LOGIN

ROCCO & KEMPER PROFILER

ROCCO-&-KEMPER-PROFILER

 

CLICCA QUI PER LA VERISIONE IN ITALIANO

 

 

This precious collaboration with Kemper has begun almost 3 years ago ... the guitar digital amplifiers that you all know pretty well, has become a must have everywhere, both in recording studios and live on stage ... I think it's the most incredible and performing machine on the market! !!
Behind there is a genius, Christoph Kemper, keyboardist and engineer, he had created the Virus, a powerful and successful synth, whose technology was then tranfered on the Profiler amp; with him one of his collaborators, as well as guitarist of his band, Thomas Wendt, the one who would have shown Christoph all the needs of modern guitarists, that he translated into algorithms and circuits. Also there are many other great collaborators, young and passionate engineers and programmers, with whom I had several exchanges of ideas and received a lot of tips to better adapt the machine to my needs, as the expert Burkhard Dinnies. On two different tours in Germany I met and invited both Thomas and Christoph. First Thomas, I invited him to the concert at the O2 Arena in Hamburg and he came to the soundcheck; at that time I was still using the Boss GT8, a crazy machine for me, that I used for more than 10 years doing everything, using it in every way, directly on the guitar amp, live on PA, on full range monitors ... in short, I've worked on it well and deeply getting very good things, as evidenced by this interview that he gave me on that occasion:


https://www.youtube.com/watch?v=m3KXVRDx1v4


After the concert Thomas asked me if I would like to receive a Kemper, to know what I thought and to play it... in the beginning, after a stunning impression, I took some time to interrupt the collaboration that I had with other companies and then I I threw myself headlong, discovering a really terrific machine !! Today I feel honored to be part of this family because I've been surprised both by the crazy quality of the machine, and by the innovative design idea, full of solutions that I'm still discovering everyday! And I feel I'm quite an expert in digital and simulations, I experiment and work on these things since the beginning of the 90s, people close to me know it, all the features of the machines I worked with are always related to my technical needs in the studio and on stage. Generally I have some needs to better create and manage my sounds paying attention a lot to the market to see and find new products to satisafy these needs...well on the Kemper they have really put everything, even innovative and unusual features, such as morphing, which will soon replace the concept of MIDI controllers CC, often too complex in programming, plus other things that are already becoming standard in new designs of other companies.
I'm obviously using one of the main features,  the profiling of personal amplifiers, and it's really incredible ... I had to practise a little bit,  asking some advice and watching some users tutorials on youtube, and now I have a library that faithfully replicates some of my vintage amp, indeed I can say that the profile of my authentic '63 Vox AC15 is better than the original! However, I have to say that Michael Britt's packages are all really greatl! the quality of those profiles is really amazing and now I tend to use them mostly. 
Although most users use this machine  live or in the studio in a full-range system, using 2-way speakers, I like a lot the "direct profiling" feature, that allows you to profile an amp head only, without its speakers, and going directly to regular guitar speakers, through its class D power amp, when I do not want to waste too much time and the situation does not justify the effort ... my favourite combination is with an external mosfet power amp , as the Marshall 9060, 300 w per channel (I work mostly in stereofoar a "big sound"). In this way I really feel the "3D" sound of a great vintage guitar amp! And you can switch between the various presets with its Remote, going from one amplifier to another, storing everything on a USB stick and loading all the sounds on another Kemper in a minute! 
There are many online "direct profiles", even free, but if you want to use your favorite sound, created with the speaker (sampled with the microphone), you can virtually exclude the cabinet, thanks to an algorithm invented by Kemper, which separates the head from  the speaker locating them in the 2 dedicated slots, you press the button and immediately the sound becomes ready to be used on a guitar amp.
For the Quincy Jones concert they gave me 2 Profilers, the rack model and the head model,  they were both loaded with my sounds, that during the rehearsals were trimmed and updated on the 2 models. During the concert only one was set up, the other one was behind, because mounting them on top of each other covered some of the orchestra ...
I've used mostly the sounds of Britt, taken from the beautiful Profile Pack 1 & 2 libraries, mainly a Fender DeLuxe for clean and crunch and a Marshall for leads, then a Roland Jazz Chorus for jazz sounds with the Ibanez GB20. For the nylon, steel and oud electric guitars  I created some particular profiles with a Neve preamp and IR impulses of microphone and acoustic guitar simulation, taken from the Fishman Aura, converted in the Kemper format with the included Cab Maker software, and located in the slot Cabinet ... great tone with the "parallel path" function that allows you to manage and mix the piezo sound separately from the one simulated with the IR, getting an incredible real acoustic sound!
Everything well controlled by its Remote (also brilliant ...) with 3 expression pedals connected, one for volume, one for morphing (for the occasion the volume of the delay) and the other for wah wah that was always on, working only when the pedal is touched and deactivating when the pedal stops ... this is one of the many wah functions, I prefer this way. There is one last output from the Remote (and 2 more on the Profiler) to connect other external pedals, I usually connect a double switch to control the on-off of other effects, but not in this concert.
Another interesting feature is the ability to use inputs and outputs in many purposes, for example I knew that Rai TV would record and then broadcast the concert , but not in multitrack audio, as this big concert deserved ... then for safety reasons , since it was a single concert with just 2 rehearsal days for a complex show like this , full of music and artists, I assigned the DRY guitar signal to the send output. The signal was taken just after the preamp and the pedal volume (you can choose any point in the chain ...), so, in case I did not like the sound of the guitar I could do a minimum of post-production and improve the sound. At the moment I must say, however, that what I could hear from amateur video shooting is pretty good!
Awesome machine, total reliability and easy to use, the quality of the effects is amazing and new and interesting features arrive with updates, I also try to give suggestions, but  they were already in progress, and ready in the new OS releases and updates...
What to say ... I'm in good hands!

 

CLICK HERE FOR ENGLISH VERSION

       

Da circa 3 anni è iniziata questa preziosa collaborazione con Kemper...l'amplificatore digitale per chitarra che ormai conoscete tutti, è diventato un must ovunque, sia negli studi di registrazione che live on stage...credo sia la macchina più incredibile e performante sul mercato!!!

Dietro c'è la mente di un genio, Christoph Kemper tastierista ed ingegnere progettista, lui aveva creato molti anni fa il Virus, un potente synth di successo la cui tecnologia è stata poi sfruttata sul profiler amp. Insieme a lui un suo collaboratore, nonchè chitarrista della sua band, Thomas Wendt, colui che avrebbe indicato a Christoph tutte le esigenze dei chitarristi moderni, cosa che il capo avrebbe tradotto in algoritmi e circuiti. Poi ci sono tanti altri giovani collaboratori ed ingegneri programmatori, bravissimi e preparatissimi, con cui ho avuto diversi scambi di idee e ricevuto un sacco di consigli per adattare meglio la macchina alle mie esigenze, tra cui l'esperto Burkhard Dinnies. In due diversi tour in Germania ho conosciuto ed invitato sia Thomas che Christoph. Prima Thomas, l'ho invitato al concerto all' O2 Arena di Amburgo e lui venne al soundcheck; all'epoca usavo ancora il Boss GT8, una macchina per me pazzesca, che ho usato per più di 10 anni facendo tutto, utilizzandola in tutti i modi, sugli ampli, in diretta sul PA, su monitor full range, sui finali di ampli, a mò di pedalini...insomma l'ho spolpata ben bene ottenendo cose veramente ottime, come dimostra questa intervista che mi fece in quell'occasione

https://www.youtube.com/watch?v=m3KXVRDx1v4

Dopo il concerto Thomas mi chiese se avevo piacere a ricevere un Kemper, per sapere cosa ne pensavo e per suonarci...all'inizio, dopo un impatto folgorante, ho dovuto prima interrompere i rapporti di collaborazione che avevo con altre aziende e poi mi ci sono buttato a capofitto, scoprendo una macchina davvero infernale!! Oggi mi sento onorato di far parte di questa famiglia perchè sono rimasto sorpreso sia dalla qualità pazzesca della macchina, sia dall’idea progettuale innovativa, piene di soluzioni che ancora oggi scopro in continuazione! Eppure credo di essere abbastanza esperto di digitale e di simulazioni, sperimento e lavoro su queste cose dall'inizio degli anni '90, chi mi conosce lo sa, tutte le caratteristiche delle macchine su cui ho lavorato vengono sempre messe in relazione alle mie esigenze tecniche in studio ma specialmente sul palco. In genere molte funzioni io le ho prima in testa, perchè ne sento il bisogno, per creare sia soluzioni timbriche, sia funzioni che ne migliorano la gestione; sempre attento alle novità di mercato, pian piano usciva qualche macchina che finalmente tirava fuori queste mie idee…ebbene sul Kemper hanno davvero messo tutto, anche funzioni piuttosto innovative ed insolite, come il morphing, che presto sostituirà definitivamente il concetto dei MIDI controller CC, spesso troppo complessi nella programmazione, ed altre cose ancora che stanno già diventando degli standard nelle nuove progettazioni di altre aziende.

Ho chiaramente usato una delle caratteristiche principali, ovvero la profilazione degli amplificatori personali, e sono veramente rimasto a bocca a aperta...ci ho dovuto prendere prima la mano, facendomi dare qualche consiglio, ma sopratutto guardando i tutorial di vari utenti su youtube, e adesso posseggo una libreria che replica fedelmente alcuni ampli vintage in mio possesso, anzi posso dire che il profile del mio Vox AC15 autentico del ’63 è meglio dell’originale!! Devo comunque dire che i pacchetti di Michael Britt sono tutti davvero fenomenali! la qualità di quei profili è davvero strabiliante e quasi sempre ormai tendo ad utilizzare quelli li. Nonostante la maggior parte degli utenti usi questa macchina in diretta, live o in studio, ma sempre in un sistema full range, utilizzando speaker a 2 vie, molti di nuova produzione, anche italiana, io sfrutto tanto la funzione del "direct profiling", che ti permette di profilare un ampli solamente nella testata, senza speaker, andando direttamente su casse passive per chitarra, col suo finale in classe D interno, questo quando non voglio perderci troppo tempo e la situazione non ne giustifichi lo sforzo...La situazione timbricamente ottimale la raggiungo andando in un finale mosfet, potente, esterno, come il Marshall 9060, 300 w per canale (io lavoro quasi sempre in stereo), in questo modo sento davvero il suono "3D" dei miei amp! e switchando tra i vari presets con il suo Remote, passo da un ampli all'altro, memorizzo tutto su una penna USB e carico velocemente tutti i suoni su un altro Kemper in un minuto! infatti, generalmente, uso il mio profiler in studio, quando vado fuori lo chiedo al backline, tanto ormai si trova facilmente ovunque, ci carico i miei suoni, e mi sembra di lavorare sul mio!

Ci sono on line molti “direct profiles”, anche gratuiti, ma se volete utilizzare qualche suono preferito, creato con lo speaker (campionato quindi col microfono), si può escludere virtualmente il cabinet, grazie ad un algoritmo inventato da loro, che separa la testata dallo speaker allocandoli nei 2 slot dedicati, premete il pulsante ed immediatamente il suono diventa pronto per essere utilizzato su un ampli per chitarra, mentre questo stesso suono su un sistema full range diventa una zanzara!

Per il concerto di Quincy Jones mi hanno dato 2 macchine, una a rack , l'altra nel formato testatina, erano tutte e due caricate coi miei suoni, che durante le prove ho affinato e aggiornato in contemporanea, sul palco ne era montata una, l'altra era dietro, perchè montandole una sull'altra coprivo un pò qualcuno dell'orchestra…

Ho usato prevalentemente i suoni di Britt, presi dalle bellissime librerie Profile Pack 1&2, principalmente un Fender DeLuxe per clean e crunch ed un Marshall per i lead, poi un Roland Jazz Chorus per i suoni jazz con la GB20, poi mi sono creato dei profili per chitarra nylon, steel e oud elettrico con un preamp Neve e degli impulsi IR di microfono e simulazione di chitarra acustica presi dal Fishman Aura, rielaborati nel formato Kemper col programmino in dotazione Cab Maker e messi nello slot Cabinet...risultato pazzesco con la funzione "parallel path" che ti permette di gestire il suono piezo in maniera separata da quello simulato con gli IR per poi miscelarli a piacimento, si ottiene un incredibile suono acustico reale!

Il tutto pilotato con il suo Remote (geniale anche quello...) a cui sono collegati 3 pedali di espressione, uno per il volume, uno per il morphing (per l'occasione il volume del delay) e l'altro per il wah wah che è sempre inserito, si attiva automaticamente appena tocco il pedale e si disattiva appena il pedale si ferma...questa è una delle tante funzioni del wah, quella che va meglio per me. Rimane un ultima uscita per collegare pedali esterni, dove in genere collego uno switch doppio per controllare l'on-off di altri effetti, non però in questo concerto, dove ho usato pochissime volte il wah e per niente il morphing sul delay.

Un'altra funzione interessante è la possibilità di utilizzare entrate ed uscite in tantissimi modi, per esempio sapevo che la Rai TV avrebbe ripreso il concerto e che probabilmente il concerto verrà trasmesso, ma non avevano investito in una bella registrazione multitraccia audio come questo grande concerto meritava...allora per sicurezza, visto che non ci sono state tante prove e un evento così complesso, ricco di musica ed artisti, nasconde sempre qualche inconveniente, ho assegnato all'uscita send il segnale DRY preso appena dopo il preamp e il pedale del volume (potete scegliere qualsiasi punto della catena...), cosi , nel caso non mi fosse piaciuto il suono della chitarra avrei potuto fare un minimo di post-produzione. devo però dire che al momento quello che ho potuto sentire dalle riprese amatoriali m'è piaciuto abbastanza.

Macchina pazzesca, affidabilità totale e gestione immediata, la qualità degli effetti è strabiliante e ad ogni nuova release del sistema operativo aggiungono sempre cose nuove ed interessanti, avevo provato anche a dare suggerimenti, ma parte di questi erano già in cantiere, e molte soluzioni me le sono trovate negli aggiornamenti successivi.

Che dire…io sono in buone mani!

 

NEWS 2018 click on!

Kemper Profiler

01

02

03

04

05

06

07

08

09

10

11

12